linee guida per i badanti, persone in affido e categorie vulnerabili

Il governo ha rilasciato su Gov UK delle linee guida per i badanti, persone in affido e categorie vulnerabili. Abbiamo pensato di tradurlo per la vostra comodità.

A chi è rivolta questa guida

Questa guida è per chiunque (non pagato) ha in affido o cura un amico o membro famigliare che a causa di malattia cronica, disabilità motoria o mentale, infortunio grave o dipendenza non può provvedere a sè stesso.

Cosa s’intende per “Gruppi vulnerabili” e “Gruppi estremamente vulnerabili”in relazione alla pandemia di COVID-19

Secondo la Guidance on social distancing for everyone in the UK and protecting older people and vulnerable adults, la persone clinicamente vulnerabili sono quelle a rischio di forma più aggresiva di COVIDS.

S’includono :

Le persone aventi 70 o più anni, indipendentemente dalla condizione fisica

  • Coloro che hanno meno di 70 anni con una condizione medica preesistente (generalmente chiunque ha necessità di ricevere il vaccine influenzale annuale)
  • Donne incinte

Altre patologie possono comportare rischi maggiori con COVID-19. SI consiglia di seguire la Guidance for clinically extremely vulnerable (shielded) groups.

Come prepararsi

Se asintomatici si consigli di seguire la guideline dell’NHS sull’igiene e la prevenzione.

Si consiglia a tutti I tutori di creare un piano d’emergenza nel caso in cui sia necessario rivolgersi a terze parti per monitorare la salute della/e persona/e in affido

In tale caso si consiglia di :

  • Prendere nota del nome, indirizzo e contatti utili della persona a rischio e contatti d’emergenza
  • Prendere nota delle prescrizioni mediche
  • Dettagli sullla somministrazione di tali prescrizioni
  • Dettagli su eventuali check-up a cui si deve sottoporre la persona a rischio

In caso si abbia difficoltà a reperire aiuto da amici o parenti ci si può rivolgere a servizi specializzati e alle autorità locali specializzate nei servizi medici .

Puoi trovare maggiori informazioni sui servizi locali a Carers Trust website.

Proteggere te e i tuoi cari

Si consiglia di tenersi aggiornati con la Guidance on social distancing for everyone in the UK and protecting older people and vulnerable adults, lavarsi le mani per almeno 20 secondi rimane la prassi da seguire

Proteggere qualcuno che é clinicamente “estremamente vulnerabile”

Si prega di seguire la guidance on shielding and protecting the clinically extremely vulnerable. Dal 23 Marzo  coloro che rientrano in questa categoria sono stati contattati dal proprio GP o specialista per maggiori chiarimenti .

Se ci si prende cura di qualcuno in questa categoria si consiglia di :

  • Prestare cura solo in caso di assoluta necessità
  • Lavarsi le mani frequentemente
  • Coprirsi bocca e naso quando si tossisce
  • Gettare via immediatamente fazzoletti usati
  • Astenersi da visite se in stato influenzale
  • Informare la persona in cura del NHS 111 online coronavirus service  in caso essa si senta male

Se la persona in cura é preoccupata del loro badante (pagato) e del rischio d’infezione

Il governo ha emesso delle line guida per I badanti professionisti per ridurre il rischio d’infezione. Assicurati con loro che rispettino le procedure vigenti.

Se la persona in affido riceve aiuto o prestazioni mediche da un ‘organizzazione informa quest’ultima che il tuo caro è in regime di distanziamento sociale e organizzate un Sistema alternativo per ricevere le prestazioni.

Mascherine

Non consigliamo l’uso delle mascherine a meno che non siano raccomandate da personale medico qualificato.

Se la persona in affido é in una casa di riposo

La Guidance on social distancing for everyone in the UK and protecting older people and vulnerable adults ha tra le altre cose consigli per mantenersi in contatto con le persone in casa di riposo e/o convalescenza. Per le visite si consiglia di mettersi in contatto con l’istituto precedentemente per modalità e tempi .

Organizzare metodi alternativi se impossibilitati a prendersi cura

Avere da organizzare metodi alternativi può essere difficile  e fonte di preoccupazione, se possible sarebbe preferibile rivolgersi alla propria cerchi di amcii e famigliari. Se ciò risulta non praticabile si può contattare le autorità locali o l’NHS 111

Se si necessita di tempo libero per occuparsi della persona in difficoltà, malata o in auto-isolamento

E’ necassario in tale caso che ti metta in contatto con il tuo datore di lavoro per trovare una soluzione , il diritto ai giorni di malattia è disciplinato in questa Guidance for employees.

Alcuni potrebbero avere diritto a un badante (come per il Carer’s Allowance), maggiori informazioni su GOV.UK

Ritirare le prescrizioni mediche se in auto-isolamento

Molte farmacie forniscono un servizio a domicilio, assicurati che la tua farmacia di riferimento offra questo servizio.

Logicamente le farmacie sono sotto pressione al momento, pertanto é consigliabile ordinare le proprie prescrizioni anticipatamente e regolarmente

Se la persona che hai in cura mostra dei sintomi

Se la persona che hai in cura mostra sintomi e tu non sei in un Gruppo “clinicamente vulenrabile”

Segui la Stay at home guidance , anche in caso di sintomi lievi devi rimanere in casa per almeno 7 giorni dall’inzio dei sintomi . Se vivi con altri allora quest’ultimi devono rispettare 14 giorni di isolamento in casa. Se iniziano avere sintomi si devono aggiungere 7 giorni , indipendentemente dall’inzio dei 14 giorni originali.

Puoi continuare a provvedere cura ai tuoi cari ma ti raccomandiamo attenzione e di rispettare le procedure.

La Stay at home guidance fornisce consigli su come pulire e sterilizzare efficacemente

La persona che hai in cura mostra sintomi e tu sei nel Gruppo di “stremamente vulnerabili”

Secondo la guidance for clinically extremely vulnerable groups

devi assoultamente evitare contatti con chi mostra sintom di COVID .

Se possible chiedi a amici e parenti di aiutarti nel fornire assistenza, se non puoi fare ciò contatta  local authority o health care provider..Se non sai come fare contatta NHS 111 .

 

Posted in COVID-19, info ufficiali governo britannico, news.

Lascia un commento